Antonio Magrì conferma il progetto Virtus Francavilla e la rosa, compresa la coppia Perez-Vazquez. Intervistato dal Virtus Francavilla Magazine, l'organo ufficiale del club (in collaborazione con il gruppo editoriale Distante e scaricabile dal sito internet della società), il presidente fa il punto:

"Ora guardiamo avanti e pensiamo al futuro. Il nostro obiettivo  è quello di dare continuità al progetto. In quest’ottica abbiamo deciso di confermare il ds Fernandez e il tecnico Trocini: cercheremo di far restare anche tutto il gruppo dello scorso anno. Abbiamo già sedici calciatori contrattualizzati e per noi i contratti si rispettano. Siamo precisi e pretendiamo la stessa precisione: chi è sotto contratto con la Virtus sarà a Francavilla anche nella prossima stagione. Sicuramente è da ritenersi confermata la coppia Perez-Vazquez". Ma è già domani. "Ora guardiamo avanti e pensiamo al futuro. Il nostro obiettivo – aggiunge Magrì – è quello di dare continuità contrattualizzati e per noi i contratti si rispettano. Siamo precisi e pretendiamo la stessa precisione: chi è sotto contratto con la Virtus sarà a Francavilla anche nella prossima stagione. Sicuramente è da ritenersi confermata la coppia Perez-Vazquez. Stiamo lavorando anche per chiedere il rinnovo dei prestiti. Tra i giocatori in scadenza non rinnoveremo con Baclet: a Poluzzi e Albertini avevamo proposto il rinnovo, ma non faranno parte del nostro progetto. Poluzzi preferisce andar via per problemi familiari e quindi non abbiamo neppure a­rontato la parte economica: ad Albertini avevamo prospettato, dopo quattro anni con noi, un rinnovo biennale con un congruo aumento ma ha rifiutato perché vuole cambiare aria. È felice di tutto ciò che ha compiuto a Francavilla ma vuole vivere una nuova esperienza in una piazza che ritiene più importante. Saranno sicuramente sostituiti con elementi della stessa importanza. Per il prossimo anno l’obiettivo è di fare bene e di alzare un po’ l’asticella, perché riteniamo di avere una squadra forte che può dare grandi soddisfazioni, sempre seguendo la nostra politica di bilancio attenta ai costi". La chiusura è dedicata allo stadio. "Abbiamo partecipato – evidenzia Magrì – alla gara per l’affidamento pluriennale del “Giovanni Paolo II”. Non solo: abbiamo proposto anche una serie di lavori di ampliamento di cui la società si farà carico chiedendo la gestione per 15 anni. Alla gara non hanno partecipato altre ditte o soggetti e quindi abbiamo ottenuto la gestione dello stadio: tra qualche giorno, compatibilmente con il disbrigo delle pratiche burocratiche, formalizzeremo l'affidamento della struttura. Sarà un punto importante del nostro percorso di crescita: amplieremo lo stadio in diversi step, portandolo prima a 3500 e poi a 5000 posti. Realizzeremo anche la nostra nuova sede nell’area dei vecchi spogliatoi e una tribuna centrale finalmente degna di questo nome, oltre ad una curva. I lavori si svolgeranno nel corso degli anni senza intaccare l’agibilità dello stadio: non vogliamo più ripetere l’esperienza di giocare a lungo fuori casa. Cercheremo di ottenere i finanziamenti per i lavori senza chiedere soldi al Comune: con la gestione diretta dello stadio potremo avere una crescita graduale ed essere ancora più ambiziosi nei prossimi anni".

Sezione: FRANCAVILLA / Data: Dom 05 luglio 2020 alle 09:00 / Fonte: Leo Spalluto per VFC Magazine
Autore: Giuseppe Andriani / Twitter: @peppeandriani
Vedi letture
Print