INTERVISTA - Bitonto, Picci: "Che vittoria a Francavilla, felice della mia stagione"

19.04.2019 17:00 di Dennis Magrì   Vedi letture
INTERVISTA - Bitonto, Picci: "Che vittoria a Francavilla, felice della mia stagione"

Bomber da sempre, rapace dell’area di rigore. Antonio Giulio Picci è una continua conferma, in Puglia (e non solo…) lo sanno molto bene. Autore di undici gol in stagione, ha contribuito alla grande stagione del Bitonto in Serie D. E TUTTOcalcioPUGLIA.com lo ha intervistato in esclusiva.

Contro il Francavilla una vittoria importante.
“Assolutamente sì, arrivata su un campo ostico e contro una squadra che da quattordici anni milita in D. E che qualche settimana fa ha battuto anche il Taranto. Abbiamo conquistato tre punti importantissimi, continuiamo a sorprendere e vincere. E poi abbiamo anche superato il record di punti: è un orgoglio per tutti noi”.

E ora play-off a un passo. Per giocarveli da mina vagante…
“Sicuramente sì. Avendo vinto un po’ di campionati sono ottimista di natura (sorride, ndr). Potevamo fare ancora meglio. Logicamente i complimenti ce li prendiamo tutti, ma si può sempre crescere. Speriamo di festeggiare domenica in casa, battendo il Sorrento saremmo matematicamente quarti. Dopodiché ci giocheremo le nostre chance contro ottime squadre, consapevoli che nel corso della stagione non siamo stati inferiori a nessuno”.

La stagione di Picci?
“Sono contentissimo, perché ho avuto meno spazio rispetto agli ultimi anni ma sono comunque arrivato in doppia cifra senza rigori. Il modulo con una punta mi ha penalizzato e Patierno, che oltre che un collega è un grande amico, sta facendo benissimo. Per me è l’ennesima conferma, grazie al mio impegno. E ringrazio anche la squadra che mi mette nelle condizioni di poter far bene”.

Da fuori si percepisce un gran legame con la piazza. Eppure sei stato vicino a partire nelle ultime finestre di mercato: ad esempio a Cesena…
“Cesena, ma anche il Rezzato mi ha fatto un po’ vacillare perché era un’offerta importante. E a trentatré anni un po’ ci pensi… Però devo ringraziare il presidente Rossiello, che ha sempre avuto fiducia in me e grazie a lui ho deciso di continuare qui, perché c’è un progetto serio. Abbiamo vinto il campionato di Eccellenza lo scorso anno, ora stiamo sorprendendo in D”.