Le dichiarazioni di mister Liverani alla vigilia della sfida contro la Roma: “Domani affronteremo una partita complicata contro una squadra composta da grandi giocatori. Porteremo le nostre certezze cercando, con umiltà, di fare la nostra gara. Vengono da risultati non positivi, pertanto cercheranno di partire forti tentando sin da subito di sbloccare la gara. Hanno giocatori forti come Dzeko. I ragazzi sono stati avvisati, non sarà una partita semplice. Parliamo di una rosa abituata da sempre a fare turni infrasettimanali, quindi, non badiamo alla loro tenuta fisica. Ribadisco, con umiltà, dovremo fare la nostra gara cercando di essere corti tra i reparti, difenderci e soffrire per poi attaccare quando ne avremo la possibilità. La partita di rugby potrebbe aver rovinato il terreno di gioco, però, questo non dipende da noi e come varrà per noi lo sarà anche per loro”

“La situazione infortunati è complicata. Dispiace non poter contare su tanti giocatori forti. Babacar e Farias non sono recuperati e non abbiamo un data stabilita per il loro recupero. Saponara è con il gruppo da martedì. Potremo contare sul solo Lapadula, anche se l’innesto a gennaio di centrocampisti offensivi ci permetterà comunque di fare la nostra partita. Sulla carta, mi pare ovvio che mancano attaccanti di ruolo nella lista dei convocati. Alle spalle di Lapadula non so ancora chi giocherà. Dipenderà da come vorrò schierare gli uomini a centrocampo, mi porto ancora dei dubbi. Giocherà Vigorito in porta, merita un’altra chance. Gabriel è recuperato. Ricordo ancora quel Roma-Lecce, classica partita in cui la sorpresa è dietro l’angolo. Non bisogna mai pensare di avere il risultato in pugno, la partita deve essere giocata e poi eventualmente festeggiare dopo i 90 più recupero. Quella partita la seguì con i miei amici, non ero allo stadio”.

Sezione: LECCE / Data: Sab 22 Febbraio 2020 alle 12:41
Autore: Stefano Sozzo / Twitter: @stesozzo
Vedi letture
Print