Lecce, Liverani: “Dobbiamo migliorare la condizione fisica della rosa”

07.09.2019 20:44 di Stefano Sozzo Twitter:    Vedi letture
Lecce, Liverani: “Dobbiamo migliorare la condizione fisica della rosa”

Le dichiarazioni di mister Liverani al termine della gara contro il Cosenza di Braglia, queste le sue dichiarazioni: “Ringrazio il Cosenza per la disponibilità. Abbiamo dei giocatori in ritardo di condizione, oltre ai vari infortunato. Mettere minuti nelle gambe era importante. Oggi abbiamo giocatori non in grado di avere una certa condizione da campionato. Dobbiamo cercare di portarli ad un certo livello. Speriamo che Imbula non abbia niente perché non può perdere neanche un allenamento. Babacar non ha i 90 minuti nelle gambe. Come tutti i giocatori sul mercato, anche lui ha condizioni non ottime. Stare fuori dalla squadra e non allenarsi con il gruppo non va bene. Gli ultimi 90 minuti pieni per Babacar sono stati ad Aprile. Dobbiamo essere bravi a portare tutti in condizione. Tra due, tre, quattro partite riusciremo a portare tutti ad un certo livello. Mancosu si è reso conto di non poter essere il giocatore visto contro il Verona. Lui con la squadra ha fatto solo 17 allenamenti, è indietro ma deve cercare di giungere a condizione nel minor tempo possibile. Anche Farias è allo stesso livello. Ripeto a questi giocatori mancano minuti nelle gambe. Certo Farias ha la fortuna di arrivare prima in condizione”. 

“Abbiamo un parco di giocatori tale da trovare alternative. Possiamo giocare con il trequartista, con due trequartisti, larghi sulle fasce. Ora quello che interessa è portare la rosa ad una condizione ottimale. I nuovi sono di grande qualità, sicuramente utili per l’obiettivo. Dobbiamo aiutarli per arrivare al top. È importante inculcare l’appartenenza dei giocatori alla società, al gruppo, alla città, ai tifosi e a questi colori. Sono tutti ragazzi disponibili, ci sarà bisogno di un pochino di tempo per ritornare ad essere squadra”. 

“Vera è un giocatore di 19 anni, ragazzo che ha cambiato le sue abitudini, anche la lingua. Ha potenzialità enormi, come calcia e come arriva ai cross lui ce ne sono pochi. Dobbiamo accompagnarlo in  questo percorso di crescita. Ha il dna di un giocatore importante, credo che possa crescere moltissimo”. 

“Ci vuole tanta pazienza. C’è pressione, ci sono i risultati e le partite. Io devo estraniarmi per dare tutto a questi ragazzi e per riuscire nell’obiettivo. Imbula ha un modo di correre particolare, quando è in condizione ha degli strappi importanti. Ora è al 20% della condizione, dovremo portarlo al top. Oggi ha preso una botta, speriamo non sia nulla”. 

“Il fatto di far giocare tanti ragazzi serve per far crescere l’unione tra il settore giovanile e la prima squadra. Con il Direttore Del Vecchio c’è una buona sintonia e l’obiettivo è quello di cucire prima squadra e primavera. Oggi sono rimasto molto soddisfatto dai ragazzi giovani.  Falco ha avuto un crampo mentre dormiva, dovrebbe stare bene”.