Lecce, Liverani: "Ho dato spazio ai più giovani e a chi ha giocato meno, dispiace per il risultato"

04.12.2019 20:34 di Stefano Sozzo Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lecce, Liverani: "Ho dato spazio ai più giovani e a chi ha giocato meno, dispiace per il risultato"

Le dichiarazioni di mister Liverani al termine della gara di Coppa Italia contro la Spal ai microfoni di Rai Sport: “Oggi avevamo tantissime difficoltà tra infortunati e giocatori che non potevano scendere in campo. Hanno giocato tanti giocatori che non avevano minutaggio e che non avevano giocato quasi mai insieme. I ragazzi nel secondo tempo hanno creato di più cercando di fare male. Noi abbiamo cercato di inserire qualche giovane e qualche straniero da far crescere, la Spal ha affrontato questa gara con una formazione più pronta della nostra”

“Oggi non siamo pronti a giocare più di una competizione. Dobbiamo ricaricare subito le energie per affrontare il Genoa, una squadra che sta bene e che verrà a Lecce per giocarsela. La classifica dei liguri è bugiarda. Lapadula è un giocatore che ha avuto un periodo di non perfette condizioni fisiche. Lui è arrivato il primo giorno in ritiro, non ha mai mollato e si è allenato sempre. Potrebbe fare reparto da solo, per lui questa stagione è quella della riscossa”.

“Bisogna alzare l’attenzione totale della squadra, l’aggressività fa la differenza. Quando lasci giocare l’avversario, ti punisce. I giocatori di qualità quando hanno un minimo spazio ti bruciano. Su questo stiamo lavorando e credo che già a Firenze qualcosa si è vista. Da neopromossa abbiamo delle difficoltà, colmare il gap con le altre rose non è semplice. In estate, abbiamo voluto rinforzare fortemente l’attacco. Negli altri reparti abbiamo voluto dare equilibrio, a gennaio bisognerà fare due o tre acquisti mirati per migliorare la rosa. Se dovessimo rimanere in Serie A, ogni anno cercheremo di colmare il gap in ogni reparto. Dobbiamo cercare di nascondere le nostre lacune con l’organizzazione e l’equilibrio. La partita contro il Genoa è molto importante per continuare a rimanere fuori dalla zona retrocessione. Sicuramente dobbiamo dimostrare di poter tenere testa ad una squadra che è in Serie A da tantissimi anni. A Firenze mi sono emozionato perché lì ho lasciato tanti ricordi. Con loro c’è un grandissimo rapporto, mi fa piacere che i tifosi abbiano ancora un gran ricordo di me”.