Una lunga intervista concessa alla Gazzetta dello Sport per il presidente Saverio Sticchi Damiani: il numero uno del Lecce ha parlato della stagione dei salentini, della squadra di Liverani, del mercato invernale e, soprattutto, della prossima trasferta dell'Olimpico contro la Roma.

"Partivo da due certezze: i numerosi infortuni avevano limitato le opzioni di scelta del nostro bravissimo tecnico e la necessità di rinforzare l’organico.
Con gli acquisti mirati abbiamo ampliato le soluzioni e il Lecce ha svoltato, anche se la strada è ancora molto lunga. Il mercato? Meluso ha realizzato un lavoro straordinario. La società gli aveva posto precisi paletti, per non far saltare l’equilibrio finanziario del club, che già in estate si era esposto per gli investimenti nel restyling dello stadio e per alcune operazioni di mercato per noi importanti. Meluso doveva prima cedere gli esuberi in organico, poi effettuare acquisti: ha prodotto plusvalenze e ha garantito rinforzi funzionali. Sulle qualità di Saponara e Barak non potevano esserci dubbi. Deiola ha stupito tutti: sia da mezzala che da play, ha dimostrato tanta personalità. E Donati, pur reduce da sei mesi in stato di svincolato, è stato prontissimo lanciato nella mischia. Farà bene anche Paz".

Sulla trasferta di Roma, aperta a tutti i tifosi giallorossi, Sticchi Damiani commenta così: "Grazie al lavoro dei dirigenti Mercadante e Provenzano, 
l’Osservatorio ha recepito le nostre argomentazioni a proposito delle criticità evidenziate per il viaggio dei nostri tifosi verso Roma, anche valutando la trasferta del Bari a Cava dei Tirreni. Facendo valere la nostra credibilità con le istituzioni, ci è stata accordata questa opportunità. Saremo tutti sotto osservazione, non possiamo sbagliare!".

Sezione: LECCE / Data: Ven 21 Febbraio 2020 alle 14:45
Autore: Christian Cesario / Twitter: @otherside1993
Vedi letture
Print