Taranto, Ragno: "Buone indicazioni dai ragazzi. D'Agostino rientra nel mio progetto tecnico"

19.08.2019 12:45 di Christian Cesario Twitter:    Vedi letture
Taranto, Ragno: "Buone indicazioni dai ragazzi. D'Agostino rientra nel mio progetto tecnico"

A margine della Raffo Cup, vinta dal Taranto per 2-1 sul Fasano nonostante la sospensione del match per blackout, il tecnico molfettese Nicola Ragno ha analizzato i 62' di gioco disputati dalla propria squadra ed ha parlato, anche, della prestazione degli under, al primo impatto col pubblico dello "Iacovone".

“Avrei voluto vedere il Taranto nell’ultima mezz’ora: mi sarebbe piaciuto vedere altri giocatori all’opera ma è andata così. In quest’ora di gioco abbiamo creato tanto ma abbiamo commesso anche diversi errori; abbiamo avuto sempre il pallino del gioco concedendo un paio di occasioni per colpa della leggerezza ma sono contento della prestazione dei ragazzi, dagli under agli over. De Caro? Ha fatto una buona gara: lui è un centrale difensivo e, quest’oggi, ha giocato esterno contro un avversario molto ostico e veloce. Marino? Era anche lui all’esordio: non ho avuto la possibilità di vederlo completamente in ritiro a causa di un infortunio ma oggi mi ha dato delle ottime impressioni; Ferrara è una conferma. I due portieri, Sposito e Giappone, devono giocare: a parte il gol subito, dove abbiamo commesso una leggerezza in mezzo al campo concedendo una ripartenza veloce, si sono ben comportati. Sposito, in particolare, ha comandato la difesa ed è stato bravo in altre occasioni”.

Sul caso D’Agostino, il tecnico rossoblù getta acqua sul fuoco, placando tutte le voci riguardante il fantasista genovese: “D’Agostino, dal prossimo sabato, farà parte del gruppo al 100%: ne ho sentite tante durante la settimana e voglio tranquillizzare tutti. Ha deciso di sposare questo progetto con noi, fa parte del mio progetto tattico: la collocazione, per lui, non sarà un problema perché è un calciatore molto bravo ed intelligente. Io devo semplicemente sfruttare tutte le caratteristiche che questo gruppo mi mette a disposizione: abbiamo l’obbligo di provarci e ci metteremo, come al solito, a lavorare per ottenere i risultati prefissati”.