INTERVISTA - Ds V. Francavilla: "A Rende atteggiamenti inaccettabili dopo il 2-1. Nessun dramma, ma ora riscattiamoci"

28.02.2019 13:30 di Dennis Magrì  articolo letto 354 volte
© foto di Emanuele Taccardi/TuttoMatera.com
INTERVISTA - Ds V. Francavilla: "A Rende atteggiamenti inaccettabili dopo il 2-1. Nessun dramma, ma ora riscattiamoci"

Su e giù per la Virtus Francavilla, che alterna ottimi risultati in casa a sconfitte in trasferta. L'ultima, quella contro il Rende, forse la più dolorosa in termini di risultato. TUTTOcalcioPUGLIA.com fa il punto della situazione in casa biancazzurra con il direttore sportivo Mariano Fernandez: "Abbiamo fatto un buon primo tempo, tenendo il possesso palla e diventando padroni del campo - ha esordito ai nostri microfoni -. Abbiamo costruito due occasioni importanti per fare gol e poi su un errore individuale in uscita abbiamo perso palla e subito la rete dell'1-0. Nonostante tutto siamo stati bravi a rimettere in equilibrio la gara. Ho visto una squadra giocare unita fino al secondo gol, poi dopo non lo abbiamo più fatto. Quindi abbiamo commesso tanti errori individuali e collettivi. E noi non possiamo permettercelo: ci sta di andare in svantaggio, ma non di smettere di giocare da squadra. A questo punto del campionato non si può pensare di tornare indietro, determinati atteggiamenti sono inaccettabili e non voglio vederli più".

Cosa non va in trasferta?
"Nelle ultime tre trasferte contro Casertana, Viterbese e Rende abbiamo fatto delle buone partite. Contro i campani è mancato solo il pareggio e così contro i laziali. Abbiamo affrontato tre formazioni difficili e che giocano un calcio differente. Ripeto: dopo il terzo gol del Rende, non siamo stati compatti. Noi siamo una grande squadra quando mettiamo in campo ciò su cui si lavora in settimana. La Virtus ha dimostrato che, con concentrazione e unione, può far male a qualunque squadra. Dobbiamo ritrovare lo spirito e dare continuità".

Vibonese, Siracusa prima di Trapani, Viterbese e Monopoli: due gare da non sbagliare.
"Dobbiamo guardare partita dopo partita, inutile andare oltre. L'ho detto anche ai ragazzi. La Vibonese deve essere il nostro pensiero, è una squadra che gioca bene nonostante i recenti risultati. Ma noi dobbiamo anche pensare a noi: voglio vedere una squadra arrabbiata e in cerca di riscatto. Nessun dramma, però queste situazioni dovranno servirci per il futuro".

Soddisfatti dell'apporto di Puntoriere?
"Sicuramente sì. E' un calciatore giovane, con caratteristiche di cui avevamo bisogno. Ha fatto bene a Viterbo, contro la Reggina. Può fare diversi ruoli, siamo contenti di come si è imposto e della sua disponibilità al lavoro. Deve comunque continuare a crescere e far meglio".