Nardò, a Torre Annunziata sfida 'storica' e da tripla. Con due uomini in più a disposizione

11.12.2018 16:15 di Domenico Brandonisio  articolo letto 203 volte
Nardò, a Torre Annunziata sfida 'storica' e da tripla. Con due uomini in più a disposizione

E' già tempo di tornare in campo per il Nardò. Dopo lo sfortunato derby di sabato scorso contro il Cerignola, il prossimo ostacolo sulla strada dei ragazzi di Taurino si chiama Savoia. Non molti i precedenti tra le due squadre, ma intensi. Forte è la memoria dello spareggio salvezza del lontano 29 maggio 1966: sul campo neutro del 'Tre Fontane' di Roma i granata sconfissero proprio i campani (2-0, reti di Nedi e Di Taiano) e si garantirono una storica permanenza in Serie C, anche allora unica terza serie nazionale. Oggi entrambe le squadre navigano in zone medio-alte di classifica in Serie D: l'obiettivo è consolidarsi in zona playoff o quantomeno raggiungerla. 

In vista della sfida del 'Giraud', i salentini recuperano gli squalificati Palmisano e Benvenga. Non sembrano esserci, per il momento, altre novità dall'infermeria. Cercherà di ritrovare al più presto il feeling con il gol l'attaccante Kyeremateng: una traversa centrata ed un rigore sbagliato per l'italo-ghanese contro i gialloblù foggiani guidati da mister Bitetto. Una vera e propria giornata no per il cannoniere della squadra (3 reti). 

Buoni gli ultimi risultati recenti ottenuti dagli oplontini contro le pugliesi: un pareggio con la Team Altamura (0-0, fuori casa) ed una vittoria contro il Gravina (3-1, in casa). Peserà, tuttavia, l'assenza di Del Sorbo, cannoniere con 4 reti all'attivo. Arbitro dell'incontro il signor Luca Zucchetti della sezione di Foligno.