Lecce, Liverani: "Sono stati giorni difficili, ora ripartiamo con voglia, determinazione e umiltà"

10.02.2019 13:00 di Stefano Sozzo Twitter:    Vedi letture
Fonte: Matteo Bottazzo
Lecce, Liverani: "Sono stati giorni difficili, ora ripartiamo con voglia, determinazione e umiltà"

Le dichiarazioni di mister Liverani alla vigilia dell’importantissima trasferta in quel di Venezia, queste le sue parole: “Sono stati giorni difficili, fortunatamente tutto è andato bene senza pericolo per la vita di Manuel. Ci siamo preoccupati molto, ora ripartiamo con voglia, determinazione e umiltà”.

“Quella di Venezia sarà una trasferta difficile, loro vengono da una sconfitta contro il Benevento e sono molto arrabbiati. Dovremo stare attenti e concentrati, loro utilizzano l’imprevedibilità come arma micidiale per far male”.

“In casa o fuori casa non conta. Scendiamo in campo con un idea di calcio senza farci condizionare dal contesto in cui giochiamo, sempre con umiltà e rispetto per l’avversario. Falco sta bene, ha recuperato in fretta, dobbiamo valutare con lo staff medico quando potrà tornare in campo. Non facciamo stravolgimenti, al posto di Scavone ci sarà uno tra Tabanelli e Haye”.

 “La gara contro l’Ascoli ha aperto la strada ad un nuovo modo di intendere il calcio. La vita e la salute della persona vanno oltre gli interessi economici e delle televisioni. Voglio fare i complimenti alla Lega ed alla Federazione e ringrazio tutti compresi l’arbitro e i suo assistenti, la società e l’Ascoli”.

“Giocare per ultimi dopo che si sono svolte tutte le partite, ora potrebbe non contare. Quando mancheranno cinque o sei partite, tutto ciò potrebbe pesare. Abbiamo a diposizione 48 punti, non risentiremo di alcun problema psicologico”.

“Tabanelli è un giocatore maturo, però, per giocare deve stare al 150%. In autunno fece vedere grandi cose, ottime le prestazioni a Livorno ed a Verona dove fece 11/12 km a partita. Il suo momento si arrestò per un blocco alla schiena, il suo posto venne preso meritatamente da Armellino. Ora, Tabanelli ha l’occasione per farmi vedere quanta voglia e quanta fame ha in corpo. Questa notte deciderò chi tra Haye e Tabanelli può darmi di più”.

“Tumminello scalpita, si è inserito bene nel gruppo. Ha una gran voglia, si giocherà il posto dall’inizio. È un giocatore che può far bene anche da subentrante, può cambiare la partita in qualsiasi momento”.

“Saraniti è voluto tornare perché ha voglia di far vedere il suo valore anche in serie B. È un ragazzo umile ed ha una gran voglia. Ci potrà dare una mano, è un giocatore integrato nel gruppo. Lui sa cosa voglio, lui conosce cosa significa vestire questa maglia”.

“Il campo è il giudice supremo. La classifica non mi sorprende, noi siamo lì e abbiamo meritato i punti che abbiamo. Ne abbiamo qualcuno in meno per via di alcune disattenzioni o episodi a nostro sfavore. Pensiamo avanti cercando di fare ancora meglio”.

Il Palermo sta vivendo un momento triste ed anche molto brutto. Palermo non lo merita, vedere la Favorita vuota mi fa venire il magone. Sono molto legato a quella piazza, mi auguro di vederli nuovamente tranquilli, gioiosi e festosi. Mi piange il cuore vedere questa situazione”.