Gino Montella, direttore generale del Taranto, affida ai social la reazione a quanto avvenuto nella giornata di ieri, quando un fantoccio impiccato a un lampione con su scritto il suo nome era stato ritrovato nei pressi dello Stadio "Iacovone": "Ringrazio le migliaia di persone che da ieri sera mi stanno esprimendo la propria solidarietà ininterrottamente -si legge sul suo profilo facebook- Non sarà un gesto becero e vigliacco a fermarmi. Vado avanti nella consapevolezza di aver operato sempre e comunque per il bene del Taranto Calcio". 

Sezione: TARANTO / Data: Gio 12 dicembre 2019 alle 11:15
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print