In questo periodo in cui il calcio è fermo a causa del Coronavirus, non possiamo non ricordare uno dei momenti più entusiasmanti e più emozionanti della stagione dei giallorossi. In uno degli stadi più importanti d’Italia per storia e passione, contro una delle squadre più forti del campionato, la formazione di mister Liverani in punta di piedi dettò calcio. Poco più di un mese fa, era il 9 febbraio, in un San Paolo ricaricato dagli ultimi risultati positivi della squadra di mister Gattuso, i giallorossi, da tutti considerati come vittime sacrificali, riuscirono a vincere nel Tempio di Maradona. Tralasciando i primi venti minuti in cui il Napoli mise alle corde i giallorossi, attraverso una serie di azioni offensive da destra a sinistra volte a perforare la retroguardia dei salentini, la formazione di Liverani, pian piano, regalò spettacolo. Il gioco palla al piede alimentato dai piedi di Saponara e Falco supportato dal moto sfiancante di Lapadula sui difensori partenopei, lasciava presagire una giornata storica.

L’impresa del Lecce è racchiusa nell’azione del 2 a 1. Azione manovrata e studiata in allenamento. Tutto parte da un pallone controllato abilmente da Lapadula e da un retropassaggio di Rispoli, palla a Gabriel che smista verso Rossettini completamente solo e libero di avanzare. Arrivato a ridosso del centrocampo, la palla viene ceduta a Saponara sulla sinistra, nel mentre i giallorossi creano superiorità sulla corsia di destra con Majer, Falco e Rispoli. Dopo un fraseggio prolungato tra Deiola, Majer, Rispoli e Falco, sempre dalla destra, ecco il guizzo vincente. Majer e Rispoli, con un movimento in profondità, portano via gli avversari dando la possibilità a Falco di liberarsi dalla marcatura. Con piedi e fantasia, il fantasista di Pulsano disegna un cross al bacio per la testa di Lapadula. L’ex Milan, scaltro e geniale, con una torsione all’indietro riesce a trafiggere Ospina. Successivamente, il gol di Mancosu è solo la ciliegina sulla torta di una giornata fantastica. Il Lecce, formato Barcellona, batte il Napoli dei campioni Mertens ed Insigne.

Non appena tutto questo sarà finito, il Lecce, con i rientri di Babacar, Farias e Falco, continuerà a regalare spettacolo e, a suon di giocate, dovrà lottare per la raggiungere la salvezza in Serie A.     

Sezione: LECCE / Data: Dom 15 marzo 2020 alle 14:00
Autore: Stefano Sozzo / Twitter: @stesozzo
Vedi letture
Print