Bari, prima devi sfoltire l'organico: è questo il diktat che verrà imposto oggi dalla società al direttore sportivo Matteo Scala, al quale è già stata confermata la fiducia nei giorni scorsi. Il giorno del tanto atteso confronto tra la proprietà e il diesse è arrivato, oggi si metterà nero su bianco per quello che sarà... l'anno che verrà. Il primo tema sarà la conferma di Vivarini, con cui Scala è a colloquio da tempo, e al quale l'allenatore ha già dato indicazioni su quali ruoli secondo lui andrebbero rimpolpati dalle mosse di mercato.

LA STRATEGIA. Dopodiché, appunto, il mercato. Evidentemente gli sforzi della scorsa estate non sono bastati, per la Serie B serve qualcosina in più. Ad esempio un trequartista: in rosa c'è Terrani, ma a gennaio si è puntato tutto su Laribi (tornato al Verona) e quindi l'idea è che si andrà ancora su un profilo di esperienza e categoria superiore. Arriverà un difensore centrale, un paio di centrocampisti e almeno un attaccante. Ma prima che tutte queste operazioni vadano a buon fine, c'è bisogno che il Bari snellisca la rosa: la lista bloccata a ventidue calciatori limita anche le mosse di mercato e attualmente i biancorossi sarebbero già full. Andranno via i "sacrificabili" Kupisz, Ferrari, Folorunsho, Bianco, Berra e Terrani? Nome in più, nome in meno: ci saranno almeno 6-7 addii, in pratica una mezza rivoluzione. Comincerà a prendere forma oggi la nuova stagione del Bari.

Sezione: BARI / Data: Lun 10 agosto 2020 alle 09:15
Autore: Redazione TCP / Twitter: @redazionetcp
Vedi letture
Print