Pietro Maiellaro, doppio ex del match, presenta tra le pagine della Gazzetta dello Sport l'infuocato scontro tra Avellino Bari"I biancoverdi hanno mille problemi, enormi difficoltà. Capuano è un motivatore ma nessuna ha la bacchetta magica. Il Bari deve approfittarne, aggredire gli avversari, imporre la propria legge e fare subito gol".

Poi un parere sul cambio di guida tecnica in casa biancorossa: "Vivarini ha risvegliato giocatori che, fino ad un mese fa, sembravano morti, spenti sul piano mentale. Semmai non capisco come mai i biancorossi abbiano accusato problemi così enormi ad inizio stagione. Forse Cornacchini si è trovato in una situazione più grande di lui".

Sezione: BARI / Data: Gio 17 ottobre 2019 alle 15:00
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print