Sono ore turbolente per il Foggia di mister Gianluca Grassadonia. Dopo la matematica retrocessione in Serie C, arrivata all'ultima giornata di campionato; i satanelli speravano nella retrocessione d'ufficio del Palermo (così è stato: ultimo posto nell'attuale classifica di Serie B e quindi retrocessione diretta) e magari nella restituzione di almeno due dei sei punti di penalizzazione, per sperare addirittura nella salvezza diretta, senza giocare i playout. Così non è stato, almeno per adesso, con la decisione che anche i rossoneri siano fuori dai giochi, e quindi retrocessi nel terzo campionato italiano. Nel frattempo, però, i giocatori dauni dovrebbero riprendere ad allenarsi nella giornata di oggi, al campo sportivo di Amendola, e non allo "Zaccheria", per cercare di evitare il contatto con i tifosi, restando "sereni" mentalmente, per quel che si può...

Sezione: FOGGIA / Data: Mar 14 maggio 2019 alle 09:00
Autore: Stefano Di Bella / Twitter: @Dibella97
Vedi letture
Print