Tra gli ospiti di “A Casa con la FBC”, il nuovo format ideato dall’ufficio stampa del Gravina, Giuseppe Bozzi: l’attaccante classe ’87, autore di tre reti in campionato, ha ripercorso la stagione dei murgiani.

La stagione del Gravina, fin qui, la reputo positiva, malgrado si sarebbe potuto fare qualcosa di più: ci è mancato lo slancio dopo aver conquistato risultati importanti, quali ad esempio i successi contro Foggia e Taranto. A livello personale ho sempre cercato di farmi trovare pronto quando sono stato chiamato in causa: pur essendo partito a volte dalla panchina, non mi sono mai perso d’animo, tant’è che ho colto l’occasione per spronare al massimo i giovani e, sotto questo punto di vista, sento di essere cresciuto molto”.

Bozzi guarda anche al passato e ricorda la sua esperienza a Manfredonia: Ho giocato in varie piazze, ma mi sento più legato a quella di Manfredonia: lì ho trascorso tre anni e c’è stato sin da subito il giusto impatto emotivo. Anche qui a Gravina, però, c’è il calore della gente e sto bene: si tratta delle due città dove ci ho lasciato e ci sto lasciando il cuore”.

Sezione: GRAVINA / Data: Mar 07 aprile 2020 alle 21:15
Autore: Vito Salvatore Di Noi
Vedi letture
Print