Il Casarano si prepara all'ostica sfida contro la Fidelis Andria: alla vigilia del derby del "Capozza", il tecnico delle serpi Dino Bitetto ha presentato le insidie che possono nascondersi dietro l'incontro di campionato della 21^ giornata di Serie D.

"Con la Fidelis non sarà una sfida semplice: affronteremo un gara impegnativa perché troveremo una squadra ben allestita e ben allenata che vorrà riscattare il risultato negativo subito domenica scorsa in casa. Avremo di fronte una squadra molto valida sotto l’aspetto tecnico e molto agguerrita. D'Aiello? Vedremo...Non giochiamo da diverse giornate davanti al nostro pubblico: ogni domenica ci poniamo il massimo obiettivo ovvero quello di vincere. Affronteremo l'Andria tra le nostra mura e cercheremo di portare a casa l'intera posta in palio. Non potrò ancora contare su Morleo, indisponibile, e non ci sarà lo squalificato Palmisano; rientrerà, invece, Russo dalla squalifica".

Al tecnico barese viene chiesto anche un giudizio sulla rosa a disposizione: "Adesso non manca nulla: questa è una squadra, un gruppo, che così andrà avanti fino alla fine cercando di raggiungere, in maniera doverosa, il migliore traguardo. Domani, inoltre, non cambierò il mio modulo di gioco: abbiamo dimostrato che questo modulo può essere interpretato da diversi giocatori".

Bitetto parla anche dei tifosi che, nelle ultime partite, hanno accusato la squadra di "non sudare la maglia". L'allenatore risponde così: "Sappiamo bene che il primo desiderio dei tifosi è proprio quello di vedere, ogni domenica, il sacrifico e la maglia sudata e che i giocatori possano dare l’anima in campo. See non sono soddisfatti, passerò loro anche questo messaggio e so che lo accoglieranno mettendoci sempre maggiore impegno".

Sezione: CASARANO / Data: Sab 25 gennaio 2020 alle 15:05
Autore: Christian Cesario / Twitter: @otherside1993
Vedi letture
Print