Il magico momento di Gianluca Lapadula. L'attaccante del Lecce, autore del gol del momentaneo 1-1 contro la Lazio e di quello del 2-2, poi ingiustamente annullato dall'arbitro Manganiello dopo il consulto col VAR, è reduce da tre partite di fila in cui è riuscito a buttare il pallone in rete. Mai nella sua carriera, in Serie A, era riuscito ad andare in gol in tre match consecutivi, fermandosi al massimo a due. 

Un chiaro messaggio alla squadra e a Fabio Liverani, che adesso non può più fare a meno del bomber torinese, diventato il secondo capocannoniere della squadra dopo capitan Mancosu e in grado di ribaltare le gerarchie dopo essere scivolato leggermente più in basso rispetto ai vari Babacar, Farias e Falco. Con il primo che fatica a ingranare, il secondo più fuori che dentro a causa degli infortuni e il numero dieci ancora poco costante, ecco che oggi la garanzia nel reparto offensivo del Lecce si chiama Lapadula. Ma occhio a La Mantia, che dopo aver trovato il suo primo gol in A non ha alcuna intenzione di mettere in barca i remi.

Sezione: LECCE / Data: Lun 11 novembre 2019 alle 08:36
Autore: Dennis Magrì
Vedi letture
Print