Un gigante tra i giganti, almeno per quanto riguarda la Serie C. Questa la missione di Radoslav Tsonev con la maglia del Monopoli ed ovviamente non ci riferiamo all'altezza (1,75). Il centrocampista bulgaro rappresenta l'innesto di spessore della campagna acquisti di gennaio per il sodalizio biancoverde: c'era da puntellare, più che riparare. E cosi è stato. 

In caso di ripresa del campionato, per proseguire ogni sono i biancoverdi non potranno fare a meno anche di lui. Certo, la concorrenza è folta: Giorno detta i tempi di regia, Piccinni e Carriero sin qui si sono dimostrati spesso i soliti mastini, in un girone C che mai fa sconti a chi abbassa la guardia. Il curriculum, per il resto, va dalla parte del centrocampista classe 1995: promozione in B col Lecce nel 2017/18, disputando un campionato da assoluto protagonista. Complessivamente sono state 53 le presenze maturate in Salento, impreziosite inoltre da 6 reti e 4 assist. Duro e beffardo il campionato 2016/17, più fortunato il successivo. E poi ci sarebbe anche la parentesi con la Viterbese della passata stagione, poco esaltante per una squadra che comunque era partita decisamente in ritardo per le ormai note ragioni extra-calcistiche. 

A Monopoli le presenze sin qui maturate sono 6, per un totale di 216' giocati. Scienza lo ha schierato con criterio, anche per permettergli di recuperare una forma fisica più consona al ritmo partita: così si spiegano gli spezzone racimolati con Catania, Bari, Teramo e Sicula Leonzio. Con la svolta che in tal senso era partita dagli impegni contro Rieti (61' in campo) e Casertana (85'). Mai come in questo caso si può dire che la sosta, per il bulgaro, è capitata proprio nel momento meno opportuno. Poi verrà un nuovo campionato dentro il campionato, ma questa è un'altra storia: lui promette di farsi trovare pronto e le occasioni nel caso non mancheranno. 

Sezione: MONOPOLI / Data: Sab 21 marzo 2020 alle 09:45
Autore: Domenico Brandonisio
Vedi letture
Print