Sorrisi da una parte, rammarico dall’altra. Finisce con sentimenti contrastanti Potenza-Monopoli: il passo falso, il secondo consecutivo dopo la Casertana, non ci voleva per i biancoverdi in ottica playoff. Festeggiano invece i lucani, certi della salvezza con 180’ ancora da giocare. Al Viviani il risultato finale è di 2-1 in favore dei padroni di casa.

Formazioni: modulo 3-5-2 per mister Scienza, con Starita e Bunino in avanti e Tazzer e Liviero sugli esterni. I padroni di casa rispondono col 4-3-1-2, in campo gli ex Salvemini e Zampa. Non mancano le emozioni: urlo strozzato in gola al 17’ per Bunino: l’attaccante va in rete, ma il gol viene annullato. Poi, dal 21’ al 24’, tre minuti di blackout fatali, dagli sviluppi di due corner. Sull’1-0 è Panico a servire Gigli che poi gonfia la rete, in occasione del raddoppio l’azione è combinata: Zampa serve Gigli, da questi sponda decisiva per Romero che non perdona.

Il Monopoli prova a reagire. E dopo due conclusioni senza successo di Starita e Piccinni tra il 30’ ed il 43’, il riscatto arriva al 52’, ad inizio ripresa. Sgroppata di Paolucci, fallo in area ai suoi danni di Conson: calcio di rigore. Dal dischetto Mercadante non sbaglia e fa 2-1. Scienza ci crede e scuote i suoi: fuori Liviero, dentro Guiebre. Il numero 29 si rende pericoloso al 78’, liberandosi di Coccia e andando al tiro, trovando solo l’esterno della rete. Occasione più nitida quella del 91’: gran tiro a giro, Marcone devia in corner. Ma non basta.

Il Monopoli resta fermo a quota 40 e la corsa per i playoff si complica.

Sezione: MONOPOLI / Data: Dom 18 aprile 2021 alle 19:42
Autore: Domenico Brandonisio
Vedi letture
Print