In un intervista a Tuttomercatoweb.com a Luciano Moggi, ex ds della Juventus e attuale procuratore sportivo, si esprime in maniera chiara sul probabile destino di alcune squadre e categorie che andranno a pagare caro lo stop ed eventuale blocco definitivo dei campionati. 

Alla domanda sulle eventuali conseguenze per il calciomercato italiano risponde: “Il virus più virulento sarà quello economico. Se fosse possibile riprendere il campionato, che comunque non sarebbe del tutto regolare, si andrebbe incontro ad una ripresa. Se invece non si potesse riprendere, rischierebbero tante società che così dovrebbero portare i libri in tribunale. La Serie C sparirebbe... diventerebbe qualcosa di anormale. La cosa migliore sarebbe far finire il campionato così da rispettare la classifica finale. Altrimenti ci sarebbe più di un problema”.

E parlando di posti in Champions e permanenze in A: “La Roma è in corsa per il quarto posto, così andrebbe in Champions l’Atalanta per tre punti. Oggi fatta eccezione per Brescia e SPAL c’è una lotta serrata per tutto, anche per la retrocessione. Bisogna sperare che il campionato continui, c’è una lotta aperta ovunque. Non si può congelare il torneo. Tutti devono sperare di proseguire. I club, la Federazione, tutti quelli che hanno un interesse. Attenzione: neanch’io farei ripartire il campionato, poi però penso a tutte le conseguenze del sistema. Se ti manca l’indotto economico non puoi proseguire”.

Sezione: SERIE C / Data: Sab 28 marzo 2020 alle 18:00
Autore: Emanuele Dell'Anna
Vedi letture
Print