Valerio Di Cesare, capitano del Bari, ha parlato nel corso di una diretta Facebook su Eleven Sports durante "Eleven Home". Queste le sue parole: "All'inizio non voleva giocare nessuno, ora sembra che vogliano farlo tutti. Non si capisce nulla. Prima non c'erano i soldi per giocare, ora ci sono. Tutto questo non mi è andato giù. Hanno voluto chiudere frettolosamente il campionato, e si è visto che hanno sbagliato. Aspettiamo l'8 per vedere cosa succede, ma sono tre mesi che non vediamo l'ora che ci vengano date delle date ufficiali".

Playoff: "Saranno completamenti diversi da quelli abituali: sono tre mesi che non giochiamo e arriveremo senza fare amichevoli. Non ci sarà una favorita e tutte temibili. I ritmi saranno diversi, sarà tosta. La società è stata brava a formare un gruppo di esperti e giovani. Ci sono tutte le carte in regola per fare una grande scalata. Questo è l'anno più difficile. A Parma abbiamo avuto più difficoltà a vincere la Lega Pro che la Serie B. Ho ottenuto 100 presenze in tre anni e mezzo. Bari è la squadra dove ho giocato di più, è normale che ci tengo parecchio. Ora ho una certa età, sento la responsabilità".

Sezione: BARI / Data: Gio 04 giugno 2020 alle 20:30
Autore: Manuel Panza / Twitter: @manuel_panza
Vedi letture
Print