Sta volgendo al termine questa caldissima settimana per il Girone H di Serie D, l'attesa sale in tutte le città coinvolte nei testa a testa degli ultimi 180 minuti: in primis a Taranto e Picerno che, escludendo clamorosi suicidi sportivi, si giocheranno la promozione fra i professionisti. Non solo promozione, calda anche l'asse Cerignola-Nardò-Bitonto, le tre piazze che si contenderanno il quinto posto. I salentini, nelle ultime due gare, affronteranno proprio le due dirette avversarie. Attesa trepidante specialmente a Cerignola, con i gialloblù che potrebbero essere l'ago della bilancia fra le due pretendenti alla Serie C. Domenica, infatti, allo "Iacovone" gli ofantini saranno ospiti della capolista, protagonisti di un clamoroso intreccio con il Picerno, che tanto ricorda la lotta serrata di due stagioni fa e l'epilogo amaro delle varie condanne per combine. Il Picerno sarà ospite del Fasano. Uno scherzo del destino che vede protagoniste, ancora una volta seppur solamente per 90', le tre corazzate che nel 2019 fecero divertire tutti gli appassionati di calcio dilettantistico, nonostante qualche oscura macchia non ancora del tutto chiarita.

Il Cerignola arriva in piena forma alla sfida di domenica, ma soprattutto determinato, come si evince dalle parole del DS Di Toro, a raggiungere l'obiettivo dei playoff, uno straordinario premio per una seconda parte di stagione esaltante, escludendo di fatto la possibilità di "vecchi rancori" nei confronti dei lucani. Il Taranto, dalla sua, giunge al match decisivo contro i gialloblù rammaricato dal pari incassato a Francavilla In Sinni e con alcune importanti assenze, su tutti Matute, Ferrara e probabilmente Versienti. La città freme, quasi esauriti i 1000 tagliandi messi a disposizione per il pubblico, che finalmente potrà tornare sugli spalti, deciso a far da 12° uomo in campo, nella speranza di tornare a calcare presto quei campi professionistici che tanto mancano alla città Ionica.

Sezione: CERIGNOLA / Data: Ven 04 giugno 2021 alle 20:05
Autore: Antonio Specchio
vedi letture
Print