Quanto accaduto ieri a Foggia, con la porta di casa di Federico Gentile incendiata, ha lasciato di stucco tutti. Secondo una supposizione del Corriere dello Sport, infatti, il gesto è "da mettere in collegamento con l'ultimo rifiuto opposto dalla società all'imprenditore barese Nicola Canonico", la cui proposta di acquisto del club era stata respinta il 29 novembre scorso. Deluso il presidente rossonero Felleca, che al noto quotidiano svela: "Mi chiedo come si possa andare avanti così… mi hanno chiamato Ghirelli (presidente della Lega pro: ndr), il presidente della Federcalcio Gravina, sono tutti disgustati e sgomenti per l’accaduto. Non possiamo andare in giro con la scorta, hanno tolto la serenità a un giocatore serio e perbene come Gentile di svolgere il suo ruolo da professionista. Non so davvero adesso cosa potrà succedere, noi andremo avanti ma così non si fa il bene del calcio a Foggia".

Sezione: FOGGIA / Data: Gio 03 dicembre 2020 alle 08:30
Autore: Redazione TCP / Twitter: @redazionetcp
Vedi letture
Print