In una lunga intervista rilasciata all’edizione pugliese del Corriere dello Sport, il presidente del Foggia Roberto Felleca ha commentato l’ultima settimana rossonera. Il numero uno dei satanelli ha verificato di persona che aria tirasse nello spogliatoio: «Non lo faccio quasi mai - ha detto presidente rossonero - ma questa volta era necessario che lo facessi: volevo guardare in faccia i ragazzi, capire con loro cosa c’è che non va. Se c’è qualcosa che non va».

E sul passo falso di Casarano: «La squadra mi è sembrata molto arrabbiata, li ho visti tutti sinceramente dispiaciuti per la seconda sconfitta in un mese. Una reazione che mi aspettavo, devo ammetterlo, ma che non può bastare se poi vedremo sul campo la stessa scialba prova vista in Salento. Stiamo provando allora a riesaminare un po’ il tutto - rivela Felleca - non vi dico i particolari perchè non mi sembra il caso. Ma dobbiamo essere bravi a modificare qualcosa al nostro interno senza perdere di vista la nostra identità, provare in corso d’opera qualcosa di diverso anche per meglio esaltare le caratteristiche dei nostri giocatori. Non è una decisione già presa - la premessa del presidente - l’allenatore sta facendo le sue valutazioni perchè cambiare giusto per farlo non avrebbe alcun senso e sarebbe comunque un rischio. E noi non possiamo permettercelo, siamo arrivati fin qui dopotutto con il metodo di gioco, l’approccio alle partite e la determinazione che abbiamo messo in campo finora. Non buttiamo all’aria niente».

Sezione: FOGGIA / Data: Sab 29 febbraio 2020 alle 15:59
Autore: Francesco Ippolito / Twitter: @fraccio
Vedi letture
Print