È inutile girarci attorno o cercare degli alibi: quella di ieri è certamente stata una delle più brutte partite giocate dalla Virtus Francavilla da quando è in Serie C, certamente la peggiore dell'era Trocini. Una giornata storta, probabilmente, condizionata anche dalle tante assenze in ogni reparto del campo, ma che prende ancor più valore se sommata ai risultati altalenanti di queste settimane: nelle ultime 6 partite sono arrivati appena 2 punti, frutto di altrettanti pareggi rimediati contro Paganese e Potenza. Davvero troppo poco per una squadra la cui ambizione è quella di conquistare un posto nella griglia playoff. Adesso, però, questo trend negativo fa evocare alla mente cattivi pensieri, con una zona retrocessione che diventa - purtroppo - sempre più vicina.

BOCCHE CHIUSE. Da ieri la squadra è in silenzio stampa, una mossa certamente condivisibile, affinché tutte le energie vengano destinate esclusivamente al terreno di gioco. Ed è proprio dal campo che può passare il riscatto di una squadra che sta raccogliendo davvero troppo poco rispetto a quanto potrebbe e dovrebbe. Domenica al Giovanni Paolo II arriverà la Ternana, fresca di riposo (forzato) a causa del rinvio del match contro la Cavese. Arriverà la capolista, affamata di punti necessari a consacrare un cammino straordinario che sta portando loro, meritatamente, in Serie B. Ed è proprio dal match di domenica che ci si aspetta un moto d'orgoglio da parte dei ragazzi di mister Trocini, che sono chiamati ad una vera propria impresa per cercare di portare a casa quantomeno un punto che, più che per la classifica, servirebbe per risollevare il morale e portare una ventata di positività all'interno dell'ambiente biancazzurro.

Sezione: FRANCAVILLA / Data: Gio 04 marzo 2021 alle 09:45
Autore: Stefano Di Bella
Vedi letture
Print