Il Lecce a Vicenza per la prima di cinque finali: vincere vuol dire avvicinare la Serie A, magari sperando in un passo falso della Salernitana contro il Venezia (in contemporanea). Prima della sospesione del campionato, Corini ha un solo obiettiivo: vincere. 

COME CI ARRIVA IL VICENZA - Di Carlo sembra avere pochi dubbi, soprattutto in difesa. Dovrebbe andare verso un 4-3-3 con Rigoni regista di metà campo, affiancato da Agazzi e Da Riva. In attacco ci sarà Giacomelli, a sostenere Gori insieme a Vandeputte. Più remota la possibilità di Jallow titolare.

COME CI ARRIVA IL LECCE - Corini ha qualche dubbio in più. Per iniziare: senza Nikolov, che comunque è sempre stata una soluzione a gara in corso, metterà comunque in campo sia Bjorkengren che Majer? Probabile che venga provato Hjulmand come interno, con Tachtsidis regista: ieri il tecnico ha sottolineato che può essere una soluzione e che il danese ne sarebbe in grado. Davanti Pettinari dovrebbe farcela. 

VICENZA (4-3-3): Grandi; Bruscagin, Cappelletti, Padella, Beruatto; Da Riva, Rigoni, Agazzi; Vandeputte, Gori, Giacomelli. Allenatore Domenico Di Carlo
LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Meccariello, Gallo;  Hjulmand, Tachtsidis, Björkengren; Henderson; Coda, Pettinari. All.: Corini.

Sezione: LECCE / Data: Sab 17 aprile 2021 alle 08:38
Autore: Giuseppe Andriani / Twitter: @peppeandriani
Vedi letture
Print