Antonio Foglia Manzillo, allenatore del Nardò, ha detto la sua sul momento che si sta vivendo per l'emergenza coronavirus ai microfoni del Corriere dello Sport, edizione Puglia. Queste le sue dichiarazioni: "Come stiamo trascorrendo il periodo? Credo come tutti. Durante la prima settimana, onestamente, mi sono riposato, ne avevo bisogno, per rilassare la mente e recuperare anche fisicamente. I ragazzi invece hanno un loro programma specifico che gli è stato assegnato dal prof e che stanno svolgendo ognuno presso la propria abitazione. Hanno iniziato già dalla settimana scorsa e ne hanno ricevuto un altro per quella appena iniziata. Sto mantenendo i contatti con loro, cerco di sentirli e seguirli il più possibile ma è un lavoro che rimane limitato".

Condizione fisica: "Siamo fortunati perché abbiamo una rosa composta da tanti giovani, ma credo che avremo bisogno di almeno 15 giorni di allenamento di gruppo e di lavoro prima di poter tornare in campo e reggere il ritmo partita".

Ripresa della stagione: "Prima di tutto, l'auspicio è quello di poter riprendere quanto prima ma non sarà certo una nostra decisione, bisognerà valutare l'evolversi della situazione ma se si dovesse ripartire bisognerebbe farlo con tutte le garanzie del caso. C'è tempo per concludere il campionato, anche calcolando qualche turno infrasettimanale ma ripeto, solo e soltanto con tutte le garanzie".

La classifica: "In caso di ripresa dopo due mesi, potrebbe cambiare davvero tutto. L'aspetto tecnico resta importante ma entreranno in gioco altri fattori come quello fisico e quello emozionale. Chi in questi due mesi avrà lavorato bene e non si sarà trascurato anche dal punto di vista alimentare, ne trarrà beneficio. Potrebbero essere stravolti i valori che si sono avuti sino ad ora in campionato".

Sezione: NARDÒ / Data: Mer 18 marzo 2020 alle 16:45
Autore: Manuel Panza / Twitter: @manuel_panza
Vedi letture
Print