Fidelis Andria letteralmente scatenata sul mercato: l'obiettivo del club federiciano è quello di costruire una squadra che possa ben figurare nel prossimo campionato di D, cercando di mettere a disposizione di Panarelli il giusto mix di esperienza e gioventù. Il colpo in avanti fin qui messo in cascina corrisponde a Nicholas Caruso, capocannoniere dello scorso campionato di Promozione in quel di Ostuni (17 gol in campionato e quattro in Coppa, ndr) e già nelle giovanili biancazzurre qualche anno addietro.

In esclusiva ai nostri microfoni, il classe '95 si è detto entusiasta della sua nuova avventura alla corte andriese:
"Alla chiamata della Fidelis Andria non si può assolutamente dire di no: so perfettamente che qui vi è un ambiente esigente, ma che al contempo già conosco avendoci giocato ai tempi delle giovanili dell'Andria BAT. Io sono pronto e carico: questa per me è una grande opportunità e non voglio assolutamente sprecarla".

Dalla Promozione alla Serie D, in una squadra che sta ben operando sul mercato e che, di riflesso, punta a disputare un campionato importante.
"Gli acquisti effettuati fin qui dalla società sono la testimonianza che la Fidelis punta a fare bene nel prossimo campionato: sono sicuro che ognuno di noi fornirà il giusto contributo per raggiungere ottimi risultati. La mia avventura a Ostuni è stata intensa sotto ogni punto di vista: la D, però, è differente rispetto alla Promozione e c'è consapevolezza da parte mia di dover dare tutto me stesso".

Ha già avuto modo di conoscere mister Panarelli?
"Non ancora, ma so che è un allenatore che predilige un calcio offensivo ed è reduce dall'ottimo biennio di Taranto: avrà a disposizione un gruppo dalle caratteristiche importanti, perciò starà a me far di tutto per cercare di convincerlo. Parto in sordina perchè, per l'appunto, provengo dalla Promozione, ma sono a sua completa disposizione".

Monito su quello che sarà il calcio dilettantistico post-Covid.
"
Sarà un calcio completamente differente rispetto al recente passato: il mondo dilettantistico necessita di un supporto concreto perchè, la maggior parte di noi, vive di calcio e sicuramente non ricevere neppure i rimborsi-spesa nell'arco degli ultimi mesi è stato difficile. Spero che ci sia il massimo del dialogo tra tutte le componenti: l'auspicio è di superare l'impasse il prima possibile e nel migliore dei modi".

Una promessa ai tifosi della Fidelis Andria.
"Non mi sento di fare promesse, posso soltanto assicurare il massimo dell'impegno. Voglio ricambiare la fiducia accordatami dalla società tutta e in particolare dal ds Di Bari, senza dimenticare la mediazione di Paolo Marzio (ds dell'Ostuni fino alla scorsa stagione,ndr) che nutre tanta stima tecnica nei miei confronti: ho una responsabilità importante e non voglio deludere nessuno".

Sezione: ANDRIA / Data: Mar 28 luglio 2020 alle 20:00
Autore: Vito Salvatore Di Noi
Vedi letture
Print