Alle spalle la vittoria con il Potenza. Sofferta ma fondamentale. Soprattutto in ottica classifica. I tre punti del Bari ottenuti contro i lucani hanno permesso l’aggancio agli uomini di Raffaele a quota 36 punti, ma non solo. Anche alla Ternana, uscita sconfitta dal match interno con la Casertana. Prossimo avversario del Bari in terra campana. L’unica che non ha perso colpi in questo week-end è il Monopoli, che continua a correre. Anche in trasferta, questa volta al ‘Viviani’ di Potenza contro il Picerno. 37 punti per il Gabbiano, 36- come già detto- per Bari, Potenza e Ternana.

Con i biancorossi in leggero vantaggio per gli scontri diretti. Ma è una classifica divisa in tre blocchi: c’è la Reggina, rimasta unica squadra imbattuta in Italia tra i campionati professionistici, che corre ad una velocità insostenibile per tutti gli altri. Quattordici vittorie e quattro pareggi. Alle spalle c’è il quartetto raccolto in un punto e che si darà battaglia per il miglior posizionamento all’interno della griglia play-off, a meno di un rallentamento improvviso della Reggina.  Alle spalle del Potenza c’è il Catania, con 9 punti in meno, a 27, e poi tutte le altre fino al Teramo che chiude la zona play-of con 24. Ma è una classifica corta e che regala sogni e speranze a tutti. Sopratutto al Monopoli e al Bari, lì ad altissima quota. A lottare per quel secondo posto, che oggi è la realtà. E un sogno, la prima piazza occupata stabilmente dall’irresistibile Reggina.

Sezione: BARI / Data: Mar 10 dicembre 2019 alle 13:30 / Fonte: Antenna Sud
Autore: Davide Abrescia
Vedi letture
Print