A due giorni dall'importantissima sfida contro la Reggina, il tecnico del Bari Giuseppe Vivarini ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni: "Queste sono partite che mi piaccono tanto, c'è poco da lavorare soprattutto sotto l'aspetto mentale. Le attenzioni da parte dei giocatori sono scontate, ci sono stati già due allenamenti positivi e da parte mia c'è stato poco da dire e da spiegare. Quando sono arrivato avevo l'obettivo di far giocare la squadra nel miglior modo possibile, c'è un progetto a lungo termine e si vuole soltanto vincere, qualunque sia la categoria. A Reggio dobbiamo fare la nostra partita con la nostra forza, la nostra serenità e la giusta cattiveria. Domenica capiremo quanto è matura questa squadra, è importante vedere se riusciamo a imporre il nostro gioco e incalanare la partita come vogliamo. Bisogna partire con il piede giusto perché abbiamo diverse gare importanti in questo girone di ritorno".

La rosa: "Per essere competitivi fino alla fine del campionato ci vogliono solo giocatori importanti, perché non è il singolo a vincere le partite. Anche chi subentra con le cinque sostituzioni fa la differenza, ogni elemento è fondamentale. Di Cesare? Eravamo molto preoccupati inizialmente, ma ora siamo ottimisti".

Sulla Reggina: "È una squadra forte e ben organizzata, sarà una partita bella e da categorie superiori. Il loro attacco mette in difficoltà qualsiasi reparto difensivo, sono anche molto bravi a incalanare la partita nella loro fase di sviluppo".

Sezione: BARI / Data: Ven 24 gennaio 2020 alle 14:00
Autore: Manuel Panza / Twitter: @manuel_panza
Vedi letture
Print