La stagione del Brindisi appare, ormai, compromessa: soltanto l’aritmetica tiene in vita i biancazzurri ai quali, tuttavia, servirà un miracolo per guadagnarsi sul campo la partecipazione al prossimo campionato di Serie D. Sono diversi gli scenari che dovrebbero concretizzarsi domenica prossima affinché gli adriatici possano brindare alla permanenza. 

Innanzitutto, Pizzolato e compagni dovranno per forza di cosa battere il Portici e portarsi, così, a 33 punti, gli stessi attuali di Francavilla e Real Agro Aversa: per evitare la retrocessione, giocandosi così tutto allo spareggio, la squadra di Cazzarò deve sperare che una tra le due formazioni perda (a entrambe è sufficiente pareggiare, rispettivamente, contro Andria e Sorrento).

Se dovessero perdere entrambe, e ammesso che il Brindisi vinca, si terrebbe conto della classifica avulsa che, al momento, è in perfetta parità: Aversa, Francavilla e Brindisi, scontrandosi tra di loro, hanno messo in cascina sei punti. Il secondo parametro da tenere in considerazione è quello della differenza reti negli scontri diretti: nel caso specifico, in caso di arrivo a pari punti delle tre squadre, si salverebbe il Francavilla, mentre Aversa e Brindisi disputerebbero lo spareggio.

IL BRINDISI NON RETROCEDE DIRETTAMENTE SE:

Vince contro il Portici e una tra Francavilla e Aversa (contro Andria e Sorrento) perde;

Vince contro il Portici e perdono sia Francavilla che Aversa (in tal caso spareggio Brindisi-Aversa).

Sezione: BRINDISI / Data: Mar 08 giugno 2021 alle 15:00
Autore: Vito Salvatore Di Noi
vedi letture
Print