Parlare oggi del Lecce che verrà è un compito arduo. I termini dei contratti dei giocatori, però, corrono inesorabili. Ad inizio stagione, le preoccupazioni della piazza erano tante. In molti si chiedevano come la società giallorossa avrebbe potuto sostenere un carico di riscatti, controriscatti e acquisti a fine stagione. Tante condizioni contrattuali attivabili, ad esempio, in caso di raggiungimento di un certo numero di presenze oppure di risultati sportivi, andranno riviste e modificate alla luce dello stop determinato dal Coronavirus.

Facciamo un po’ di chiarezza, iniziando col dire che in porta i giallorossi non dovranno azionare alcuna opzione, l’unica situazione contrattuale deficitaria è legata al terzo portiere Chironi, il suo contratto scadrà il 30 giugno. In difesa, il ds Meluso dovrà consigliare la società sull’esercizio dell’opzione per l’acquisto del centrale Paz e del terzino Dell’Orco. Il primo è arrivato nel Salento solo a gennaio. Il difensore ex Bologna è stato impiegato poco e niente da mister Liverani. Il terzino ex Sassuolo, invece, è stato chiamato in causa varie volte. Ad oggi, gli indizi porterebbero al mancato acquisto a titolo definitivo del terzino mancino. Due altri calciatori, invece, vedranno recapitarsi le richieste di prolungamento contrattuale. Stiamo parlando di Marco Calderoni e di Giulio Donati. L’ex Novara dopo una cavalcata storica in maglia giallorossa continuerà la sua esperienza così come l’ex Bayer Leverkusen, sempre protagonista da quando è arrivato. Infine, si dovrà valutare la posizione di Riccardi, ceduto a gennaio al Venezia con diritto di opzione e contro opzione in favore del Lecce. La società di via Costadura crede molto nel giovane difensore ex Verona.

Le note dolenti, riguardano il centrocampo. Ci sono tre giocatori che hanno rivoluzionato in positivo la zona nevralgica del campo. Deiola, Barak e Saponara sono giunti nel Salento in prestito per rinforzare quantitativamente e qualitativamente il centrocampo giallorosso. Solo la formula di trasferimento di Deiola prevede un diritto di riscatto e contro-riscatto. Gli altri due provenienti dall’Udinese e dalla Fiorentina, sponda Genoa, sono arrivati in prestito secco. L’unico con possibilità di rimanere a Lecce anche per la prossima stagione potrebbe essere Saponara, sin da subito perfettamente calato nei panni di trequartista nel gioco di mister Liverani.

Infine, il nostro sguardo lo rivolgiamo all’attacco. Ad oggi, questo reparto sarà l’unico ad essere rifondato. Il come ed il chi dipenderà dalle decisioni che la Lega di Serie A prenderà per stabilire chi dovrà retrocedere o se qualche squadra dovrà retrocedere. Diciamo questo perché, ad esempio, la posizione di Farias dipenderà molto dal futuro dei giallorossi. La formula del suo acquisto prevede un vero e proprio obbligo di riscatto, oltre ad un diritto di riscatto da esercitare in ogni caso, qualora il Lecce dovesse salvarsi. L’attaccante brasiliano non è riuscito ad imporsi in Puglia, molti infortuni e pochi minuti giocati. Sarebbe difficile fare una valutazione basata sulle prestazioni, possiamo solo parlare di un giocatore fisicamente fragile e sfortunato. Tanto si è scritto e si è, erroneamente, detto sulla formula d’acquisto di Babacar. L’attaccante senegalese è arrivato alla corte di mister Liverani in prestito con diritto di opzione. Non vi è nessun obbligo e nessuna opzione legata al verificarsi di determinate condizioni. Le valutazioni circa un possibile riscatto di Babacar, fissato a sei milioni circa, sono rimesse allo staff tecnico e alla direzione sportiva. Tifosi e società si aspettavano molto da lui. Anche in questo caso, infortuni, testardaggine e atteggiamenti non proprio da Lecce hanno celato il valore tecnico di questo ragazzo. Discorso opposto per Lapadula. L’ex Genoa e Milan si è da subito calato nella nuova avventura dimostrando voglia e determinazione. Molto probabilmente, il presidente Sticchi Damiani, su suggerimento del ds Meluso e di mister Liverani, eserciterà il diritto di opzione per acquistare l’attaccante italo-peruviano.

Sezione: LECCE / Data: Sab 04 aprile 2020 alle 09:00
Autore: Stefano Sozzo / Twitter: @stesozzo
Vedi letture
Print