Fabio Liverani, allenatore del Lecce, rivela le sensazioni del momento ai microfoni del sito ufficiale. Mirino puntato sulla condizione fisica e mentale del suo gruppo a qualche settimana dalla ripresa del campionato: "Ho ritrovato un gruppo responsabile, non avevo dubbi su questo. I ragazzi sanno che ci giochiamo qualcosa di unico, la permanenza in Serie A; tutti quanti vogliamo mantenere la categoria. Dobbiamo colmare il gap che ci separa dalle altre squadre con le nostre armi, che sono l'attenzione e la concentrazione. Dalla testa parte tutto il resto: se la testa è concentrata, il corpo e le gambe vanno di conseguenza". Diverse le insidie poste sulla strada dei giallorossi dal calendario (prima il Milan in casa, poi la Juventus in trasferta), commentato dal giovane tecnico in questi termini: "E' lo stesso di quando avevamo lasciato tre mesi fa, in tal senso per noi non è cambiato nulla. Per il resto sapevamo benissimo che in caso di ripartenza avremmo giocato ogni tre giorni, ma questo vale sia per noi che per gli altri. I vantaggi sono per chi non ha rose ristrette, questo è palese. La soluzione delle cinque sostituzioni non mi entusiasma perché non mi entusiasma cambiare in corsa, è un vantaggio ancora più grande per chi ha rose extralarge. Difesa a tre? E' un'ipotesi che fa parte del percorso di queste 12 partite, dobbiamo essere bravi e pronti a cambiare sia dall'inizio che durante".

A preoccupare è soprattutto la tenuta fisica dei calciatori, esposti a uno sforzo superiore alla norma: "Il rischio infortuni è molto alto, un'atleta che nel pieno della stagione si ferma per 70 giorni e poi riparte con uno sforzo incredibile e con una temperatura elevata rischia -afferma Liverani- Da parte degli staff ci sarà attenzione e programmazione, ma la componente fortuna avrà un ruolo essenziale. Algoritmo in caso di fine anticipata del campionato? Non ho approfondito, non credo sia una cosa intelligente. Trovare soluzioni alternative al risultato del campo non fa bene, non voglio prendere in esame la soluzione. Non mi piace".  

Sezione: LECCE / Data: Gio 04 giugno 2020 alle 12:15
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print