Fabio Pisacane si presenta ai tifosi del Lecce. Ha scelto il numero 4, in omaggio a San Francesco. Queste le sue dichiarazioni:
"Ringrazio il direttore Corvino che mi ha scelto per riportare il Lecce dove merita. La Serie B è un campionato tosto. Arrivo qui con tanta umiltà e non pensando a quello che ho fatto fino a ieri. Tutto quello che ho avuto me lo sono guadagnato, professionalmente parlando. Ovunque sia stato, ho cercato di lasciare un ottimo ricordo dal punto di vista umano. Ho sempre cercato di onorare la maglia, ovunque. Spero di fare altrettanto qua. Ho già giocato con Tachtsidis, con Gabriel, con Meccariello alla Ternana. I ragazzi li conosco tutti, alcuni li ho incontrati da avversario l'anno scorso. Sono contento di aver fatto questa scelta. 
Alcuni qui hanno fatto la Serie A l'anno scorso, ci sono tanti giovani con qualità importanti. Ci auguriamo tutti insieme di portare il Lecce dove merita. Se saremo un gruppo vincente lo potremo dire a maggio.
Ho seguito il Lecce e non penso che il reparto difensivo abbia mostrato delle fragilità, soprattutto di livello individuale. Ci sono dei compagni all'altezza della situazione. Arrivo perché si è voluto completare il reparto con un tassello in più, per portare il mio mattoncino alla causa e sperando di riportare il Lecce dove merita. 
Arrivo in una società gloriosa, spero di scrivere pagine di storia importanti. Ci sono i presupposti. 
I tifosi? Non potranno esserci subito, ma la gente qui ha tanto calore e saprà dimostrarcelo. Spero che possiamo ripagarli, in questo momento in cui non possono essere presenti. 
Il mio ruolo? Nasco come marcatore centrale, ma non fa differenza, l'importante è portare il mio contributo alla squadra. 
Mancosu? Sono contento di trovare sia lui che Vigorito. Di fronte ho un ottimo ragazzo, ne sono sicuro e come calciatore di certo non lo scelgo io".

Sezione: LECCE / Data: Ven 22 gennaio 2021 alle 10:47
Autore: Giuseppe Andriani / Twitter: @peppeandriani
Vedi letture
Print