Qualche minuto dedicato ai tifosi del Lecce attraverso il canale ufficiale. Andrea Rispoli ha parlato attraverso una video intervista ai supporters salentini della situazione e delle mancanze in questo periodo di stop: "Sono veramente dispiaciuto per questa situazione, nessuno l'avrebbe mai immaginato. C'è tanta tristezza in questo momento. Ciò che manca? La mia quotidianità, vivere il campo e la mia vita di tutti i giorni. È brutto non sentire l'adrenalina della partita, la carica dell'allenamento".

I contatti con la famiglia: "Per fortuna non sono solo qui a Lecce, ma con mia moglie. La mia famiglia la sento attraverso videochiamata ogni giorno".

Una giornata tipo: "Le giornate in casa le trascorre guardando film o Serie Tv con mia moglie, oppure cuciniamo insieme cercando di far trascorrere il tempo il più possibile. Gli allenamenti continuano grazie agli attrezzi che ho acquistato via internet, con l'aiuto anche del nutrizionista"

La prima esperienza in giallorosso: "Quando arrivai dieci anni fa ero ancora un ragazzino, al primo anno in Serie A. Ricordo ancora una salvezza difficile, tutti ci davano per spacciati ma ce la facemmo".

Sezione: LECCE / Data: Mer 01 aprile 2020 alle 12:15
Autore: Davide Abrescia
Vedi letture
Print