E' un Saverio Sticchi Damiani soddisfatto a metà ma comunque orgoglioso dei suoi ragazzi, quello che si esprime in questi termini -come riportato dal Nuovo Quotidiano di Puglia- dopo il pareggio in rimonta conquistato dal suo Lecce al cospetto della Cremonese: “È stata davvero una bella partita, peccato per quell’urlo strozzato in gola sul fischio finale, sarebbe stata una vittoria bellissima che la squadra, i ragazzi, avrebbero meritato sul campo dopo una straordinaria reazione. Sta nascendo un nuovo Lecce e si intravede il futuro possibile, la squadra ha avuto il merito di reagire colpo su colpo ma sicuramente ci sono ancora cose da migliorare. Ci si è trovati subito in svantaggio per una sfortunata reazione, qualche incertezza invece l’abbiamo avuta sul gol dello zero a due. In difesa c’è stata una vera rivoluzione, dello scorso anno in quel reparto è rimasto il solo Lucioni, i ragazzi hanno bisogno di giocare un po’ di partite insieme". 

Accenno finale dedicato al parziale ritorno del pubblico al "Via del Mare": "Aver ritrovato il pubblico è stato un antipasto, mille persone non sono niente nel nostro stadio, ma almeno si è vista un po’ di percezione della gara, noi abbiamo bisogno della nostra gente“.

Sezione: LECCE / Data: Gio 22 ottobre 2020 alle 14:30
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print