Cambia tutto in casa Taranto dopo la sconfitta di Bitonto, le quattro sconfitte in otto gare hanno portato all'esonero di Nicola Ragno per il subentrante Luigi Panarelli. La decisione è stata presa non solo per i tanti ko, ma anche per le prestazioni al di sotto delle aspettative sia della squadra che dei singoli. Come ha dichiarato il ds Sgrona, ora non ci sono più scusanti e si deve ripartire nel migliore dei modi per dimostrare il proprio valore. Ci si attende tanto soprattutto da calciatori come Guaita e Genchi, che farebbero la differenza anche in Serie C ma fino a questo momento non hanno brillato. Si cercano anche le grandi prestazioni di D'Agostino, in grado di realizzare circa venti gol a stagione da trequartista ma per ora è fermo a una rete. Un altro giocatore che ha fatto benissimo un anno fa è Favetta, che ritrovando il suo ex allenatore e il 4-2-3-1 potrebbe tornare a deliziare il popolo rossoblù. La rosa a disposizione del nuovo mister è davvero all'altezza, ritrova giocatori importanti tra cui quelli già citati e altri come Oggiano, Stefano Manzo, Lanzolla, Croce, Pelliccia o l'under che più sta impressionando, ovvero Ferrara. A questi si aggiungono innesti di gran livello che possono fare la differenza in ogni squadra di Serie D. La parola passa al campo e la squadra dovrà dare risposte positive da subito dopo uno scossone così importante.

Sezione: TARANTO / Data: Mer 23 ottobre 2019 alle 17:15
Autore: Manuel Panza / Twitter: @manuel_panza
Vedi letture
Print