Paolo Tavano, direttore generale del Bisceglie: che derby sarà a livello personale quello contro il Bari per un ex di lusso come lei?

"Per me questa è una partita importante, non si possono dimenticare 23 anni trascorsi nel Bari. Ricordo solo le cose positive vissute tra Serie A e Serie B. Sarà un derby sentito, ma al momento del fischio di inizio si metterà da parte tutto ciò e si rivolgerà l'attenzione unicamente al Bisceglie".

Come arriva all'appuntamento il suo Bisceglie? Gli ultimi due risultati positivi lasciano ben presagire...

"Dovremo avere rispetto per il Bari, che è squadra di un altro pianeta. Noi, però, siamo usciti dal tunnel di cinque k.o. di fila e abbiamo iniziato a vedere un po' di sole. Mi auguro che questa luce possa continuare a brillare. So che i nostri ragazzi hanno fame, so che ci metteranno il massimo impegno".

Che Bari si aspetta di trovare domani al "Ventura"?

"Il Bari non si discute, ha calciatori di qualità che dovrebbero stare in palcoscenici più importanti. I biancorossi giocheranno per vincere per non perdere tempo nell'inseguimento alla Ternana, che -da quanto visto contro il Monopoli- secondo me è un po' in calo". 

In una partita del genere, ancora più che in altre, rischia di pesare tantissimo l'assenza del pubblico sugli spalti. Che peccato per il calcio pugliese...

"Ci sarebbe stato tutto il "Ventura" pieno, ci sarebbero stati anche tanti tifosi del Bari a colorare la struttura. Sarebbe stato un bel bigliettino da visita per lo sport e per il calcio pugliese grazie a due tifoserie eccezionali. Quest'anno piangiamo tutti anche da un punto di vista economico, dato che mancano gli incassi al botteghino". 

E sul mercato? Romizi la ciliegina sulla torta, per il resto tanti buoni under. Manca ancora qualcosa?

"L'ingresso di Romizi ha dato una svolta anche sul piano di gioco, il suo arrivo ha dato maggior filtro e ordine a centrocampo. Adesso giochiamo con un assetto tattico differente. Tutti gli altri neoarrivati, a quanto mi dicono, hanno fame e hanno spinto loro per venire a giocare qui. Questo è un fattore importante, anche se il miglior giudice sarà il campo. Sul mercato, la società rimane concentrata: l'obiettivo è quello di portare a Bisceglie un altro difensore under". 

Sezione: BISCEGLIE / Data: Sab 16 gennaio 2021 alle 14:45
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print