Bitonto trema, la scelta della Procura Federale è quella più temuta: al termine della fase istruttoria, scatta il deferimento per i calciatori e i dirigenti coinvolti nella presunta combine relativa a Picerno-Bitonto della stagione 2018/2019. L'accusa è quella di presunto illecito sportivo. Deferiti inoltre per responsabilità oggettive il club pugliese e quello lucano, insieme al Potenza. Adesso i dati verranno trasmessi al Tribunale Federale Nazionale. Di seguito, il comunicato diffuso dalla Figc:

"Il Procuratore Federale f.f., esaminati gli atti e valutate le risultanze dell’istruttoria espletata, con riferimento all’incontro Picerno- Bitonto, disputato in data 05/05/2019 e valevole per la determinazione della classifica finale del Campionato di Serie D, Girone H, ha deferito a vario titolo presso il tribunale Federale Nazionale i calciatori Michele Anaclerio, Antonio Giulio Picci, Daniele Fiorentino, Giovanni Montrone, Onofrio Turitto, Francesco Cosimo Patierno, all’epoca dei fatti calciatori dell’USD Bitonto; Francesco Rossiello, Nicola De Santis e Paolo D’Aucelli rispettivamente ex vice presidente, Direttore generale e dirigente-segretario del medesimo sodalizio; Vincenzo Mitro, già Direttore generale dell’ASD Pacierno.

Deferite inoltre per responsabilità oggettiva le società medesime e il Potenza Calcio".

Sezione: BITONTO / Data: Lun 10 agosto 2020 alle 21:00
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print