Manuele Castorani, l'oro della Virtus Francavilla. Il centrocampista biancazzurro non si ferma più e si conferma una pedina fondamentale nello scacchiere tattico di Trocini: per caratteristiche fisiche, per qualità, per capacità d'inserimento e soprattutto per i gol. Sono cinque già quelli segnati fin qui, quello di ieri contro il Bari resterà importante più che altro per le statistiche. E come ricordo personale: si aggiunge, infatti, a quello dello Zaccheria di Foggia, un altro stadio prestigioso e storico. 

Cinque gol, capocannoniere della squadra. E il confronto con i centrocampisti degli altri anni è straordinario: lo scorso anno Mastropietro e Di Cosmo arrivarono a quota tre, così come tre anni fa Sicurella; nel primo anno di professionismo, invece, a quota cinque arrivò Pastore (oltre al difensore Idda). Castorani, dunque, mette nel mirino Folorunsho, che due stagioni fa (proprio con Trocini in panchina) di gol ne fece sette: un girone intero, più eventuali playoff, per provare a eguagliarlo e magari superarlo. Voci provenienti dalla Serie B permettendo...

Sezione: FRANCAVILLA / Data: Lun 25 gennaio 2021 alle 10:00
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print