L'ultimo pre-partita, quello più importante. Liverani parte dalla vittoria della Dacia Arena: "La squadra aveva fatto una grande prestazione anche a Cagliari, Genova e Bologna: Udine era l'ultima possibilità di poter rimanere appesi a questa categoria e i ragazzi sono andati oltre quello che potevano, sia dal punto di vista fisico che mentale e questa vittoria ci dà la possibilità di salvarci". Poi sull'ultima giornata: "Dobbiamo fare il massimo e non dipende solo da noi. Dobbiamo vincere in qualsiasi modo e poi aspettare il risultato dell'altro campo, che ci darà il verdetto finale". Campionato regolare? Liverani non ha dubbi: "Le partite vanno giocate tutte, sono difficili da vincere, il campionato ha detto questo. A prescindere da chi si incontra dobbiamo guardare il nostro campo, a fine partita vedremo come è andata". E sugli ingredienti fondamentali il tecnico dice: "Il cuore e la testa sono le componenti principali adesso. È l'ultima, è la finale, non c'è nient'altro: bisogna dare tutto per il massimo del risultato e poi vediamo che cosa succede. Non ho dubbi che i calciatori metteranno tutto quello che hanno. Meccariello per Paz? Non abbiamo a disposizione cinque centrali, ne abbiamo due, quindi sarà così, salvo problemi".

Un Lecce senza pubblico, ma il calore della città si sente: "Per noi è stato negativo non avere il pubblico in questa fase, purtroppo è così per tutti, ma ci seguivano ovunque, in casa e fuori. Le iniziative della città sono importanti: la Serie A è un patrimonio, va preservato e difeso ad ogni costo".

Sezione: LECCE / Data: Sab 01 agosto 2020 alle 19:48
Autore: Giuseppe Andriani / Twitter: @peppeandriani
Vedi letture
Print