Era stato preannunciato, ora può dirsi ufficiale: il Nardò ricorrerà al TAR dopo la retrocessione del club in Eccellenza. A farlo sapere è proprio la società neretina: "L’AC Nardò comunica che il collegio difensivo è stato integrato dall’Avv. Paolo Gaballo, esperto di Diritto Amministrativo, che, d’intesa con la società e gli Avvocati Lucia Bianco e Carlo Mormando, sta predisponendo il ricorso al TAR Lazio. Al riguardo, l’AC Nardò informa che ad oggi, 1° luglio, non sono state rese note ancora le cause del rigetto del ricorso alle sezioni unite del CONI. Ciò lascia abbastanza perplessi, visto che mancano pochissimi giorni alla scadenza della presentazione del nuovo grado di giudizio e a tal proposito la società, d’intesa con i propri legali, ha deciso comunque di predisporlo ed inoltrarlo al TAR Lazio nei termini, onde evitare qualunque eccezione di tardività da parte della Federazione e della Lega che ad oggi hanno avuto una condotta non certo di apertura e favorevole alle società. Qualora dovessero essere rese note le motivazioni, e il termine dovesse essere già scaduto, il collegio di difesa, in continuo e quotidiano contatto col Presidente Salvatore Donadei, presenterà motivi aggiuntivi tesi ad impugnare specificamente e dettagliatamente il tutto".

Sezione: NARDÒ / Data: Mer 01 luglio 2020 alle 19:00
Autore: Francesco Ippolito / Twitter: @fraccio
Vedi letture
Print