In Serie A c'è ancora un cauto ottimismo sulla ripresa del campionato, perciò le società non hanno fretta di seguire il "modello Juventus" per quanto riguarda il taglio degli stipendi ai calciatori. Il tempo però stringe e, orientativamente subito dopo Pasqua, i club dovrebbero avere le idee più chiare e da lì si inizierà a prendere in considerazione le varie ipotesi per tagliare i oltre 1 miliardo di stipendi lordi del massimo campionato italiano. Nel pomeriggio di oggi, intanto, la Lega presenterà le prime proposte al sindacato dei calciatori: tra le priorità ci sarebbe la sospensione immediata per il periodo di tempo non lavorato (da inizio marzo in poi); oppure la riduzione dell'ingaggio per i calciatori.

Sezione: SERIE A / Data: Lun 30 marzo 2020 alle 11:30
Autore: Stefano Di Bella / Twitter: @Dibella97
Vedi letture
Print