Non sembra avere alcuna intenzione di terminare la crisi senza fine che sta attanagliando il Bisceglie di mister Mancini, giunto ieri -con il k.o. interno contro la Viterbese- alla terza sconfitta consecutiva senza reti all'attivo. Un capitombolo di misura, l'ennesimo, che ha reso la classifica degli stellati sempre più deficitaria: terz'ultima posizione in solitaria con due lunghezze di vantaggio sul Rende penultimo. La Sicula Leonzio (quart'ultima e in questo momento avversaria nei playout che dovrebbero aver luogo nella prossima primavera) continua a racimolare punti (10 nelle ultime quattro giocate) e si trova in questo momento a +4 dai nerazzurri.

Per rendere disputabili gli spareggi salvezza sarà necessario che la distanza tra le contendenti non superi le otto lunghezze. Essere ottimisti, allo stato attule delle cose, è complicato. Tanto per la squadra, giovane e reduce da una serie di cinque mesi conditi da una sola vittoria, quanto per i tifosi, che, pur essendo rimasti in pochi sugli spalti del "Ventura", hanno dato avvio a una mini-contestazione nei confronti di calciatori e società al termine dell'incontro perso con i laziali ieri. Fischi, cori, mugugni e persino un video -poi divenuto virale su internet- nel quale si vede un tifoso strappare l'abbonamento sottoscritto in estate. Storia di un rapporto tra le parti sempre più incrinato, storia di una stagione iniziata male e proseguita addirittura peggio. 

Sezione: BISCEGLIE / Data: Gio 27 febbraio 2020 alle 15:00
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print