Una richiesta di mutuo a tasso zero di 570.000 euro all’Istituto del Credito Sportivo per poter avviare i lavori di adeguamento dello stadio “Città degli Ulivi”: ecco l’operazione messa a punto, nelle ultime ore, dall’Amministrazione comunale di Bitonto.

L’impianto di via Megra richiede diverse migliorie per poter essere in grado di ospitare le gare interne dei neroverdi nel campionato professionistico di Serie C. La giunta comunale ha, dunque, prima approvato – sul finire di giugno – il progetto definitivo di adeguamento del “Comunale”, che comprende non soltanto il rifacimento degli spogliatoi e l’allestimento di una sala anti-doping, ma anche l’ampliamento della già esistente sala stampa per i giornalisti, il montaggio di una curva nel settore nord e l’aumento della capienza dell’impianto. Successivamente, invece, ha inoltrato la domanda di prestito, già presa in carico dal Credito Sportivo. Qualora la richiesta dovesse essere approvata, l’obiettivo degli amministratori bitontini è quello di poter avviare, dopo la metà di agosto, la gara d’appalto con la conseguente analisi delle candidature. A seguire si potrà – finalmente – partire con i lavori che, secondo quanto riferito dal sindaco Michele Abbaticchio, dovrebbero avere una durata complessiva di 60 giorni.

L’intero iter burocratico si sta svolgendo, tuttavia, in un singolare clima di intrepida attesa: la società neroverde, infatti, alcuni giorni fa ha ricevuto, da parte della Procura Federale, la notifica di conclusione delle indagini riguardo la presunta combine nella gara A.Z. Picerno – Bitonto del maggio 2019. Nel documento, si legge che il sodalizio del presidente Francesco Rossiello è attualmente imputato di responsabilità diretta e oggettiva nel supposto accordo illecito tra le parti. Ma, nonostante le gravi accuse, il club continua a dirsi estraneo ai fatti ed il cammino dei “leoncelli”, per la prima volta nel mondo dei professionisti, procede a piccoli passi.

"Finché la giustizia sportiva non avrà terminato le indagini nessuno può permettersi di infangare il nome della società e dalla nostra città – sono state le parole dell’assessore allo sport di Bitonto Domenico Nacci ai taccuini tuttocalciopuglia.com – Attendiamo il responso finale consapevoli di esserci meritati la promozione in Serie C sul campo. Nel frattempo, fiduciosi dell’innocenza del Bitonto Calcio, continuiamo a lavorare sullo stadio comunale “Città degli Ulivi” per mantenere, fino alla fine, gli impegni presi con il club e la tifoseria”.

Sono giorni intensi quelli che attendono il presidente Rossiello e il suo staff, che saranno impegnati su più fronti: dal calciomercato allo spostamento temporaneo in una nuova dimora che ospiti i bitontini nelle prime gare casalinghe, senza dimenticare – ovviamente – il primo grado di giudizio, che si terrà con molta probabilità entro fine mese e nel quale i neroverdi saranno chiamati a dimostrare la propria innocenza.

Sezione: BITONTO / Data: Dom 02 agosto 2020 alle 16:30
Autore: Massimiliano Dilettuso
Vedi letture
Print