Sei gol e quattro assist, fin qui una stagione da incorniciare per Antonio De Cristofaro con la maglia del Cerignola. “Sono molto contento del mio andamento – ammette in esclusiva ai microfoni di TUTTOcalcioPUGLIA.com – ma si poteva fare anche meglio. Non mi aspettavo un campionato di questo tipo, è stata una piacevole sorpresa (sorride, ndr)”. E quale miglior tecnico per emergere in quella posizione del campo, nel mezzo: “Pazienza ci aiuta molto, a me così come al resto dei compagni. Mi dà consigli, cerca sempre di tirare fuori il meglio di me”.

È un Cerignola che è tornato a correre, sette i risultati utili di fila. “Adesso l’obiettivo è la salvezza – rimarca De Cristofaro – dopodiché vedremo se potremo spingerci oltre una volta conquistata. Nella svolta hanno pesato molto i rinforzi di gennaio, ci hanno aiutato tanto. E poi ci siamo detti che quello del girone d’andata non era il vero Cerignola…”. Il futuro è già qui: “Ho un contratto fino al prossimo anno, poi a fine stagione parleremo e vedremo con la società. Io sono al terzo anno qui e mi trovo benissimo”.

Lui centrocampista goleador, ma il bomber è Malcore: “È un ragazzo straordinario, prima di tutto fuori dal campo. Dentro dà l’anima, noi lo aiutiamo a fare quanti più gol è possibile”. A chi s’ispira De Cristofaro? La risposta è presto che pronta: “A Pazienza (sorride, ndr), non sarebbe male fare la sua carriera. Magari…”.

Sezione: CERIGNOLA / Data: Mar 06 aprile 2021 alle 17:51
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print