Tra i calciatori più incisivi nel girone C di Serie C, e in Puglia, c’è Alessio Curcio. Il numero dieci del Foggia, fin qui, ha spinto in alto i rossoneri a suon di gol (nove) e assist (tre). TUTTOcalcioPUGLIA.com lo ha intervistato in esclusiva.

Alessio, in pratica c’è il suo zampino nella metà dei gol segnati dal Foggia.
"Non lo so di preciso, ma penso proprio di sì (sorride, ndr). Qui mi trovo bene, sono contento di ciò che stiamo facendo. Purtroppo veniamo dalla sconfitta di domenica con il Catania, che ci può anche stare contro una grande squadra, l’importante è ripartire con la testa giusta”.

Non è un ko che vi ridimensiona…
"Noi ce la giochiamo fino alla fine contro chiunque, questo deve essere il nostro credo. Il Catania è una squadra composta da calciatori di categoria superiore: noi abbiamo perso, ma gli abbiamo anche facilitato il compito. Non ci siamo espressi come avremmo dovuto. Noi dobbiamo comunque pensare partita per partita, non abbattiamoci".

Centrocampista, trequartista, tuttofare. Cosa le chiede Marchionni e quanto è stato importante per lei fin qui?
“È stato molto importante. Mi chiede di fare più l’attaccante che il trequartista, di occupare una posizione di campo più avanzata e di non abbassarmi troppo. Ha dato un grande apporto il suo arrivo”.

Un Foggia che, nonostante il ko di domenica, resta la più bella sorpresa del campionato. Dove può arrivare?
“Step by step, non ha senso fare resoconti o progetti in questo momento. È appena finito il girone d’andata, quello di ritorno è completamente diverso e molto più difficile. Troveremo gruppi completamente diversi a causa del mercato, sarà un altro campionato. I conti li tireremo alla fine…”.

A chi dice che questa squadra è Curcio-dipendente, cosa si sente di rispondere?
“Non esiste una squadra di calcio che possa essere dipendente da un calciatore, non giochiamo a tennis. È un’affermazione che lascia il tempo che trova e che, dal mio punto di vista, non è vera”.

A trent’anni e con questi numeri, possiamo dire che Curcio è finalmente pronto per la Serie B?
“Mi piacerebbe tanto avere una possibilità per confrontarmi con un campionato superiore, per vedere se posso dire la mia in una categoria come la B. Non ho ancora avuto questa chance, spero arrivi un giorno. Magari con il Foggia…”.

Sezione: FOGGIA / Data: Mar 19 gennaio 2021 alle 18:34
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print