"Quanta gente c'è, belle le feste di Pablo", cantavano Fedez e Cara durante il periodo del primo lockdown. E Pablo Rodriguez fa felice Lecce, per la seconda volta. Con l'Empoli come contro il Vicenza, il suo ingresso in campo dà vivacità e profondità all'attacco e soprattutto punti alla sua squadra: tre contro la formazione di Di Carlo, uno ieri contro la capolista. E i numeri sono straordinari: appena due presenze in stagione, anche a causa di qualche guaio muscolare di troppo, ma anche due gol. 

Undici minuti in campo due giorni dopo Natale contro il Vicenza: entra e dà la scossa, si fa ammonire, segna ed esce per infortunio. Contro l'Empoli entra poco prima dell'ora di gioco e, al 90', firma la rete del pareggio. Calciatore vero, che per Corini riveste un'importanza straordinaria: il tecnico si fida ciecamente delle sue qualità, della sua "freschezza", e non è un caso che contro il Vicenza lo preferì per caratteristiche persino a Falco (che rimase in panchina per tutta la durata dell'incontro). Un predestinato? Forse. Un valore aggiunto per il Lecce? Sicuramente. Ed è lui il miglior colpo di mercato dell'inverno per i giallorossi. L'Italia ha scoperto Rodriguez, che talento!

Sezione: LECCE / Data: Lun 25 gennaio 2021 alle 08:30
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print