Tiene banco in casa Lecce la questione Antonin Barak che, stando a quanto filtra da Udinese, potrebbe essere riportato alla base dai bianconeri per sottrarlo ai giallorossi. Il presidente Saverio Sticchi Damiani, però, a Telefriuli precisa: "Non è una questione che potrebbe essere oggetto di trattativa - riporta Udineseblog -  i prestiti sono prorogati d'ufficio solo che per formalizzare questa proroga d'ufficio c'è bisogno della firma del giocatore, che ovviamente l'ha immediatamente apposta, e dell'Udinese, che ancora non ci è pervenuta. Se non dovesse arrivare sarebbe un problema, ma non vedo perchè l'Udinese dovrebbe contravvenire ad un accordo stabilito in Lega da tutte le società. Tra l'altro non può nemmeno schierare Barak in questo finale di stagione, quindi sarebbe solamente un non firmare per sottrarlo al Lecce. Non ne capirei il senso, anche perchè nei mesi in cui non si è giocato gli emolumenti del calciatore sono stati pagati dal Lecce con la prospettiva di poterlo utilizzare nel finale di campionato. In tutti i mesi in cui non si è giocato, il Lecce ha sgravato l'Udinese di queste incombenze nella prospettiva di poterlo utilizzare".

Sezione: LECCE / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 22:45
Autore: Redazione TCP / Twitter: @redazionetcp
Vedi letture
Print